Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Medico chiede di lavorare tre mesi in più, ma viene 'pensionato' dall'Asl: 1400 assistiti restano scoperti

Il dott. Giuseppe Clemente del distretto 24, entrato da ieri in pensione per limiti di età, aveva chiesto la proroga al 31 dicembre, al fine di dare tempo ai propri assistiti di cambiare medico. "Se qualcuno in questi giorni avrà bisogno di ricette salvavita come farà?"

Ieri è stato l'ultimo giorno di lavoro come medico di base del dottor Giuseppe Clemente, visto che oggi scatta il suo settantesimo compleanno. In centinaia hanno voluto tributargli un caloroso saluto nel suo studio di via Monte di Dio. Il professionista, specializzato in cardiologia, otorinolaringoiatria e medicina legale, aveva chiesto e inizialmente ottenuto dalla Giunta della Regione Campania la possibilità di una proroga sino al 31 dicembre delle sue prestazioni lavorative come medico di base, previa approvazione dell'Asl Napoli 1. Nei giorni scorsi è però arrivata la doccia fredda, visto che la sua richiesta di trattamento in servizio in deroga ai limiti previsti dalla normativa vigente è stata bocciata dall'Asl. "In merito alla richiesta si comunica che non può essere accolta in quanto non sussistono le condizioni dell'impossibilità di procedere all'affidamento, in quanto dalla Regione recentemente sono stati assegnati 68 medici di medicina generale".

Assistiti senza medico di base

Tale decisione è stata accolta con amarezza dal dottor Clemente, medico di assistenza primaria presso il distretto 24 e dai suoi 1600 assistiti. "La proroga avrebbe consentito ai miei assistiti di procedere al cambio del medico in maniera meno traumatica. Ad oggi 1400 si trovano scoperti. Molti hanno bisogno di ricette salvavita, come ad esempio i pazienti oncologici o diabetici in terapia con insulina oppure coloro che hanno bisogno di anticoagulanti per prevenire l'ictus e finchè non avranno un nuovo medico di base avranno difficoltà nelle prescrizioni. Nella zona di san Ferdinando ci sono evidenti carenze numeriche di medici di medicina generale e vista anche l'emergenza pandemica non è comprensibile il no alla proroga per altri tre mesi delle mie prestazioni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Medico chiede di lavorare tre mesi in più, ma viene 'pensionato' dall'Asl: 1400 assistiti restano scoperti

NapoliToday è in caricamento