rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Cronaca

Colpo ai pedofili su Whatsapp e Telegram: scoperte foto e video di violenze sessuali su bambini e neonati

Scoperti 432 pedofili da agenti di polizia sotto copertura. L'operazione in 18 regioni e 53 province italiane

Non solo bambini, anche neonati nelle immagini e nei video di violenze sessuali che circolavano nei gruppi whatsapp e sui canali Telegram. Lo hanno scoperto gli agenti della polizia postale che hanno identificato 432 pedofili e condotto stamani una serie di arresti, la maggior parte in Campania. Tra questi un ottico napoletano di 71 anni con collaborazioni universitarie: secondo quanto ricostruito aveva il compito di promuovere e gestire i gruppi reclutando anche nuovi partecipanti.

Tra gli indagati ci sono persone di ogni età ed estrazione sociale: da affermati professionisti a operai, da studenti a pensionati, impiegati privati e pubblici, di cui un vigile urbano. Un’indagine lunga e complessa quella della Polizia Postale, durata ben due anni e che ha visto coinvolti agenti sotto copertura infiltrati. Così sono riusciti ad individuare ben 16 organizzazioni criminali erano strutturate in maniera tale che ogni componente avesse ruoli e compiti ben definiti.

Ogni gruppo avere le proprie norme di comportamento sulle quali vigilavano gli amministratori che espellevano i componenti in caso di violazione delle stesse. Ovviamente il tutto era funzionale a garantire l’anonimato dei partecipanti, protetti da un nickname. Impressionanti i numeri: 159 i gruppi pedofili; 16 le associazioni criminali smantellate che diffondevano i contenuti pedopornografici; 432 utenti identificati di cui 81; 351 gli utenti stranieri coinvolti nelle indagini; 15 gli arresti in flagranza di reato; 53 le province e 18 le regioni italiane coinvolte.

Elementi utili per l’identificazione degli stranieri sono stati poi condivisi con le Agenzie di cooperazione internazionale di polizia e hanno portato anche in questo caso all’arresto di alcuni di loro in Europa e nel resto del mondo.

Per approfondimenti MILANOTODAY

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpo ai pedofili su Whatsapp e Telegram: scoperte foto e video di violenze sessuali su bambini e neonati

NapoliToday è in caricamento