Cronaca

Coronavirus, pastiere di contrabbando in una pasticceria: devolute in beneficenza

La Guardia di Finanza della Compagnia di Pozzuoli ha scoperto una pasticceria che confezionava pastiere. Sanzionati i titolari, sospesa l'attività, regalate le pastiere

Tra i tanti controlli effettuati oggi dalla Guardia di Finanza si segnalano anche operazioni in zona flegrea. Qui la Tenenza di Baia e la Compagnia di Pozzuoli hanno scoperto, oltre a persone che pescavano e altre che prendevano il sole oppure passeggiavano sul lungomare (tutti sanzionati), anche una pasticceria che - contravvenendo alle disposizioni governative - era aperta e preparava pastiere. I finanzieri hanno sanzionato i titolari, sospeso l'attività e deciso di devolvere in beneficenza le pastiere. 

Pastiere-gate

Da tempo si dibatte della possibilità di consentiere almeno la consegna a domicilio delle pastiere. Fermamente contrario il Governatore della Campania Vincenzo De Luca, a favore il sindaco di Napoli Luigi de Magistris. Restano comunque chiuse - come da disposizione del Governo - le pasticcerie. 

Negli ultimi giorni però sono molte le attività aperte nonostante l'ordinanza, scoperte dalle forze dell'ordine. In via Giustiniani a Napoli scoperta una pasticceria che rubava anche energia elettrica, in un panificio di Mugnano si producevano in gran quantità colombe, pastiere e casatielli - secondo i titolari destinati al consumo familiare. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, pastiere di contrabbando in una pasticceria: devolute in beneficenza

NapoliToday è in caricamento