rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Cronaca Chiaiano / Via Tirone

Successo per la Pasquetta della legalità: in 500 al Fondo confiscato di Chiaiano

In tantissimi hanno scelto di trascorrere una giornata tra i pescheti del bene agricolo dedicato ad Amato Lamberti, rispondendo all'invito della Cooperativa Resistenza

Profumo di 'casatiello' e legalità per una Pasquetta diversa, trascorsa nei 14 ettari di pescheto e vigneto del Fondo Rustico di Chiaiano, confiscato alla malavita organzzata e dedicato ad Amato Lamberti.

In cinquecento hanno accettato l'invito della Cooperativa Resistenza (nata dall'associazione (R)esistenza Anticamorra di Scampia), volto a trascorrere una giornata 'antistress, antitraffico ed anticrisi', all'insegna della condivisione e del rispetto dell'ambiente.

Intere famiglie, esponenti di movimenti e associazioni e singoli gruppetti di ragazzi sono giunti a piccoli gruppi, a partire dalle 11 del mattino. All'ora di pranzo l'area allestita per braciate e pic-nic era già colma: una folla allegra e rispettosa, ognuno con la propria 'mappatella' (utensili per i pasti rigorosamente portati da casa e non in plastica, come esplicitamente richiesto dai promotori dell'iniziativa), con tavolini, sedie oppure con stuoini e coperte per godere al meglio della splendida selva, sdraiati sull'erba sotto i rami di pesco.

Anche il tempo, tutto sommato, è stato clemente, almeno fino a metà pomeriggio, consentendo ai partecipanti di trascorrere molte ore in piacevole compagnia tra stand di coltivatori diretti, musica popolare e la condivisione del tipico pranzo partenopeo di pasquetta fatto di 'avanzi' di tortano, frittatine di maccheroni, pasta al forno, pastiere e molto altro.

Pasquetta a Chiaiano © V. Graniero/NapoliToday


Ottimo il lavoro svolto dagli organizzatori nonostante, probabilmente, nessuno di loro si aspettasse una risposta così ampia. Un successo meritato, sicuramente solo il primo di una lunga serie. Da rivedere, l'anno prossimo (perché ci auguriamo che l'esperienza potrà ripetersi ogni anno, diventando un appuntamento fisso per la nostra città), solo il transito delle auto su via Tirone, strada troppo stretta per un passaggio consistente di veicoli. Meglio lasciare l'auto e percorre a piedi (o con un'apposita navetta) il tratto più impervio.

Il Fondo Lacandona è una vera ricchezza per Napoli: una ex 'selva oscura' restituita alla vita e alla cittadinanza. Tra l'odore degli alberi in fiore, delle prelibatezze uscite dai cestini da pic-nic o cucinate al momento sui bracieri in pietra, il più forte di tutti, ieri, era certamente quello della libertà.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Successo per la Pasquetta della legalità: in 500 al Fondo confiscato di Chiaiano

NapoliToday è in caricamento