Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Marechiaro la partita dell'integrazione tra i migranti ospitati al centro San Francesco (VIDEO)

 

"Il calcio ha un linguaggio universale, ed è uno dei principali veicoli di integrazione tra i popoli": Roberta Gaeta, assessore comunale al welfare, ha presentato così la partita tra i migranti - un mini torneo, in verità - che si è giocata sul campetto del Centro Polifunzionale San Francesco, a Marechiaro. In campo, tra sorrisi e qualche buon numero, i migranti minorenni giunti lo scorso 28 maggio nel porto di Napoli a bordo della nave Msf e ora ospitati nel centro San Francesco. "Sono molte le iniziative messe in campo dall'associazione Borgo Marechiaro di concerto con il mio assessorato. Napoli accoglie, ha accolto questi ragazzi e ora è anche nostro campito farli sentire integrati". A bordocampo anche il giornalista Rai Enrico Varriale, nativo proprio di Marechiaro: "Il calcio sa raccontare anche grandi storie, e negli ultimi anni proprio attraverso il calcio abbiamo scoperto la storia di Coulibaly del Pescara, arrivato con un barcone attraverso il Mediterraneo e ora calciatore professionista. Questi ragazzi in campo molto probabilmente non diventeranno calciatori di professione, ma quello che conta è che attraverso il calcio possano entrare più velocemente in contatto con il tessuto sociale napoletano e italiano". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento