Giovedì, 18 Luglio 2024

Si rifiuta di pagare il parcheggiatore fuori dalla Questura: l'abusivo gli vandalizza l'auto | VIDEO

L'autore della denuncia ha girato un video dei danni alla sua vettura, rilanciato dal consigliere regionale Borrelli

Si è rifiutato di pagare il parcheggiatore abusivo, peraltro all'opera all'esterno della Questura di Napoli, e questi gli ha danneggiato la fiancata dell'auto rigandogliela per intero, probabilmente con una chiave.

A rilanciare il video di un cittadino è stato il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, da anni impegnato nella denuncia del fenomeno dei parcheggiatori abusivi.

Borrelli ha commentato la vicenda così: "Abbiamo ricevuto l’ennesimo video di un cittadino che la scorsa notte ha ritrovato la propria auto vandalizzata solo perché si è rifiutato di pagare la solita tangente al solito parcheggiatore abusivo. Una vicenda assurda, perché la vittima aveva parcheggiato la propria auto a pochi passi dalla Questura di Napoli. È ormai evidente che i delinquenti e i criminali non hanno più freni, le loro opere criminose non si fermano nemmeno quando devono commetterle praticamente davanti agli occhi delle Forze dell’Ordine. E in questa situazione in cui la realtà è capovolta, i cittadini onesti e per bene hanno sempre la peggio. La vittima non solo si era rifiutata di pagare un parcheggiatore abusivo, compiendo un gesto davvero meritevole, ma al suo ritorno ha trovato l’auto vandalizzata. Come si dice a Napoli ‘cornuto e mazziato’. Da tempo noi di Europa Verde denunciamo una deriva criminale che sta investendo Napoli e tutta la sua provincia, la risposta, oltre alla repressione e al costante controllo del territorio, deve arrivare anche nei confronti dei cittadini onesti che subiscono le angherie di questi cialtroni. La parte migliore della città non può essere lasciata sola e i luoghi dove risiedono le istituzioni, come la zona intorno alla questura, dovrebbero essere presidi di legalità, dove di reati non se ne vede neanche l’ombra, ma purtroppo non è così. Servono misure severe per questi delinquenti a partire dall’arresto immediato in caso di recidività".

Video popolari

NapoliToday è in caricamento