Ischia, assurda strage di papere alla Pineta Mirtina

Numerose le ipotesi a proposito di quanto accaduto, dalla furia di un gruppo di cani alla più probabile bravata di qualche malintenzionato senza scrupoli

Immagine d'archivio

Terrificante e senza alcuna ragione quanto avvenuto in pieno centro a Ischia, nella Pineta Mirtina. Gli avventori del parco pubblico si sono ritrovati, stamane, un macabro spettacolo davanti agli occhi: tutte le papere erano state uccise.

A dare notizia di quanto avvenuto è il quotidiano ischitano Il Dispari. Le papere dello stagno al centro del parco sono state brutalmente uccise, senza motivo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Numerose le ipotesi a proposito di quanto accaduto, dalla furia di un gruppo di cani alla più probabile bravata di qualche malintenzionato senza scrupoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza di De Luca: "Misure drastiche. Si blocca la movida"

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 28 settembre al 2 ottobre: tra proposte di matrimonio e figli legittimi e non

  • Lutto nel mondo del cinema e del teatro: è morta Rossella Serrato

  • Coronavirus, primo alunno positivo in Campania: chiusa la scuola

  • Elettra Lamborghini: con Napoli è vero amore

  • Coronavirus, record negativo di nuovi casi. De Luca: "Se continua così chiudiamo tutto"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento