rotate-mobile
Cronaca

Papa Ratzinger: "La Campania è afflitta da mancanza di lavoro e criminalità"

Il pontefice, in occasione della visita di ieri dei seminaristi campani, ha spiegato quale deve essere il ruolo della chiesa in una situazione particolare come quella della regione

Nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico Vaticano, Papa Benedetto XVI ha ricevuto ieri in udienza i Superiori e Seminaristi del Pontificio Seminario Seminario Campano Interregionale di Napoli, in occasione del centenario di fondazione. Presenti anche i seminaristi regionali dell'Umbria e della Calabria.

Il Santo Padre, nel corso dell'udienza, ha spiegato, in maniera particolare ai seminaristi calabri e campani, quale dev'essere il ruolo della Chiesa in situazioni particolari come quelle che possono verificarsi nel Mezzogiorno d'Italia.

"Le vostre regioni, - ha detto Papa Ratzinger, come riportato da Pontifex.Roma - sono ricche di grandi patrimoni spirituali e culturali, mentre vivono non poche difficoltà sociali. In Campania e in Calabria la vitalità della Chiesa locale, alimentata da un senso religioso ancora vivo grazie a solide tradizioni e devozioni, deve tradursi in una rinnovata evangelizzazione".

"In quelle terre, - ha proseguito il Santo Padre - la testimonianza delle comunità ecclesiali deve fare i conti con forti emergenze sociali e culturali, come la mancanza di lavoro, soprattutto per i giovani, o il fenomeno della criminalità organizzata. La dimensione regionale si pone, dunque, come valida mediazione tra le linee della Chiesa universale e le esigenze delle realtà locali".

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Papa Ratzinger: "La Campania è afflitta da mancanza di lavoro e criminalità"

NapoliToday è in caricamento