Una panchina rossa per Arianna Flagiello, vittima di violenze domestiche

Nel 2015, la giovane si tolse la vita a 32 anni dopo ripetuti litigi con il proprio compagno. L'iniziativa voluta dalla famiglia: "Che possa essere di monito per tutti"

 

Arianna Flagiello era una ragazza napoletana di 32 anni. Nel 2015, dopo continui litigi e maltrattamenti da parte del compagno, decise di togliersi la vita. Arianna è stata l'ennesima vittima di femminicidio e da oggi verà ricordata con una panchina rossa, simbolo della lotta alla violenza di genere, inaugurata in piazza Immacolata, al Vomero. 

L'iniziativa è stata portata avanti dalla famiglia e sostenuta dalla V Muncipalità. "Questa panchina è dedicata a tutte le donne che non hanno il coraggi odi ribellarsi alla violenza - le parole della sorella di Arianna - Da queste storie non ci si salva: o si muore, o si esce distrutte". Sulla panchina rossa una scritta recita: "La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci".

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento