Ospedale del Mare, tensione al pronto soccorso: un denunciato per danneggiamenti

Secondo l'uomo denunciato, un 44enne di Ercolano, il cardiologo per suo figlio tardava

Tensione, oggi pomeriggio, al pronto soccorso dell'Ospedale del Mare: una porta è stata danneggiata dal padre di un giovane paziente, lì per una visita cardiologica.

Secondo i familiari del ragazzo il cardiologo tardava, da lì la reazione violenta dell'uomo che - 44 anni, di Ercolano - è stato denunciato dalla polizia per danneggiamenti.

I commenti

L'associazione Nessuno tocchi Ippocrate riporta che i familiari del ragazzo, appresa la presunta assenza dello specialista, avrebbero chiesto il ricovero e poi perso la calma. "Gli utenti - prosegue l'associazione - lamentavano la mancanza di assistenza e si chiedevano come era possibile che in un ospedale così nuovo in quel momento non fosse presente né il cardiologo né il consulente?”.

"La situazione degenera giorno dopo giorno - è il parere del consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli - a causa dei troppi criminali e incivili che si recano nei pronto soccorso del napoletano. Finché non pagheranno anche con la galera i loro atti vandalici e violenti non smetteranno. Oltre ai rischi per gli altri pazienti e per le strutture dobbiamo ricordare che alcune volte hanno colpito personale infermieristico e medico che non ha potuto più prestare servizio ad altri pazienti. Se qualcuno non fa il suo lavoro si possono chiamare le forze dell'ordine, ma mai sono giustificati altri comportamenti delinquenziali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc allo stadio di Marano: 22enne trovata morta, 23enne in fin di vita

  • Ruba lo zaino ad un ragazzo mentre mangia un panino: arrestato

  • L'Amica Geniale, anticipazioni quinto e sesto episodio 24 febbraio 2020

  • Coronavirus, Benitez: "Mai visto niente di simile. Misuriamo la febbre due volte al giorno"

  • L'Amica Geniale 2, le anticipazioni sugli episodi 3 e 4

  • Coronavirus, è epidemia sulla Diamond Princess: tornano a casa i campani a bordo

Torna su
NapoliToday è in caricamento