Cronaca Arenella / Via Antonio Cardarelli

Cardarelli, pronto soccorso in affanno: polemica sui turni

Tensioni tra Ortopedia 1 e Ortopedia 2. I sindacati denunciato: "I medici del primo reparto non hanno dato il cambio a quelli del secondo". Sospesi tutti gli interventi programmati

Il pronto soccorso dell'Ospedale Cardarelli di Napoli è in affanno. Da giorni, le barelle si accumulano per cercare di rispondere al boom di accessi seguito alla chiusura dei reparti Covid-19 e talvolta vengono sistemate anche all'interno di alcuni reparti. Come era facile prevedere, l'affollamento sta creando disagi anche nella gestione del personale.

Tra i reparti più colpiti sembra esserci quello di Ortopedia. La particolarità è che il Cardarelli ha due reparti per questa branca: Ortopedia 1 e Ortopedia 2. Si tratta di un'antica lottizzazione tra Dc e Pci, giunta fino ai giorni nostri. La direzione dell'Ospedale ha sospeso tutti gli interventi ortopedici che erano stati programmati per dirottare il personale medico nel pronto soccorso.

Un problema non da poco se si considera che già durante tutta l'emergenza Coronavirus si è registrato lo stop delle attività di elezione e il conseguente accumulo degli interventi. Come se non bastasse, i sindacati denunciano frizioni tra i medici dei due reparti in merito ai turni di pronto soccorso. In una nota siglata da Cgil, Cisl, Uil, Aaroi, Cimo, Fassid e Fesmed, si apprende che già in due occasioni, precisamente il 17 e il 21 giugno, i medici di Ortopedia 2 non hanno ricevuto il cambio da quelli di Ortopedia 1. Nel primo caso, il cambio era previsto alle 8 del mattino, dopo il turno di notte, mentre nel secondo alle 20.

"Con Lla nota 15934 della Direzione Sanitaria - scrivono i sindacati - che disponeva la copertura di tale turno a carico della Ort 1, è stato ribadito che non sussisteva alcuna motivazione che ne impediva lo svolgimento e, allo stesso tempo, che la turnistica di PS ortopedico deve essere garantita a giorni alterni da entrambe le Ortopedie".

Le conseguenze per gli utenti sono abbastanza facili da intuire. Dopo dodici ore di turno di notte, un medico può parere lucidità e non intervenire con prontezza di fronte a un'emergenza. La redazione di Napolitoday ha contattato la Direzione dell'Ospedale per capire quali saranno i provvedimenti per prevenire altre situazioni del genere, ma dai vertici è arrivato solo un "no comment". Con lo stato di sofferenza del Cardarelli, tutto sarebbe servito tranne che frizioni all'interno del personale medico. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cardarelli, pronto soccorso in affanno: polemica sui turni

NapoliToday è in caricamento