Covid e ordinanza ricevimenti, la provocazione: "De Luca, ci sposiamo in pizzeria se preferisci"

La lettera di protesta di una "sposa campana del 2020" contro l'ultima decisione del governatore di ridurre all'osso il numero di invitati ai ricevimenti

Martina già lo scorso aprile ha rimandato il suo matrimonio, causa pandemia. Adesso – all'indomani dell'ordinanza regionale che ha ridotto a 20 (sposi compresi) il numero massimo di persone consentite in occasione di un ricevimento – ha scritto una lettera-post al governatore Vincenzo De Luca che sta facendo particolarmente discutere in queste ore.

"Caro presidente Vincenzo De Luca – sono le parole della ragazza – Parlo a nome di una categoria ormai distrutta da ogni sua nuova ordinanza. Ci presentiamo, siamo le spose campane del 2020 e tutte le aziende che coprono il settore wedding a richiamare la sua attenzione".

"Noi siamo quelle di fine anno, quelle che hanno già rimandato il proprio sogno in media 2 o 3 volte e ora vedono tutto svanire sotto i propri occhi. Dopo aver organizzato matrimoni nel pieno rispetto delle norme Covid a una settimana circa dal sì lei distrugge tutto – va avanti Martina Onorato – Ma non solo, qui si parla a nome di una categoria che dà lavoro a migliaia e migliaia di famiglie ogni giorno. Lei vuole davvero negare tutto ciò anche se è svolto nella maniera più regolare che ci sia? Lei non immagina i danni economici e morali che ne seguiranno. Dietro un evento 'wedding' così come viene definito ci sono circa 10.000 aziende che chiedono di continuare a lavorare seguendo le norme previste per gli altri settori".

"Aggiungerei anche il settore dell’abbigliamento già fortemente colpito al quale non serviva questo colpo di grazia per concludere l’anno! Come mai nelle pizzeria o in ristorante possono essere ammesse 100 e più persone senza alcun limite, e al nostro evento ci viene negato tutto? Ci sposeremo – conclude provocatoriamente la ragazza – in pizzeria, se preferisce".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Reddito di Cittadinanza, in 24 trovano lavoro: ecco cosa faranno

  • Grave lutto per Salvatore Esposito: “Il Covid se l'è portato via”

  • Grave lutto scuote Napoli, muore 24enne incinta al quarto mese

  • Coronavirus, Campania zona gialla da lunedì 18 gennaio: l'indice Rt è inferiore a 1

  • Il gelo invade la Campania: arriva la prima neve su Napoli

  • Campania zona gialla, ristoranti e bar con servizio al tavolo e al via i saldi invernali

Torna su
NapoliToday è in caricamento