menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

San Vitaliano, coprifuoco anti-schiamazzi dalla mezzanotte

Stop alla movida in Piazza Leonardo da Vinci fino all'alba. L'ordinanza del sindaco Falcone: ai trasgressori multe da 75 a 500 euro. In caso di minorenni, denuncia nei confronti dei genitori

La cittadina chiede solo un po' di pace e di silenzio. L'appello giunge soprattutto chi risiede a pochi passi da Piazza Leonardo da Vinci, a San Vitaliano. Una piazza curata a dirla tutta e facilmente riconoscibile - una rosa dei venti appare sul pavimento lastrico - ove si affacciano il Comune, un bar e un pub. Ed è qui che di notte accade l'impossibile.

Schiamazzi, musica ad alto volume, decine di lattine abbandonate o utilizzate a mò di pallone per fare due tiri tra aspiranti giovani calciatori. Così il sindaco Antonio Falcone ha detto basta alla movida. Dalla mezzanotte in poi, niente più comitive di giovani in strada.

Falcone ha infatti varato un'ordinanza che vieta nel pomeriggio dei mesi estivi e dalla mezzanotte fino all'alba del resto dell'anno l'aggregazione nella piazza. In caso contrario, nessuna pietà: scatterà una multa da 75 a 500 euro. E se i ragazzi protagonisti saranno al di sotto dei 18 anni, potrebbe esserci una possibile denuncia per abbandono di minori nei confronti dei genitori.

Già da un anno, in realtà, il sindaco lavora per rendere il paese più vivibile. Tra i divieti da lui promossi, quello di sostare in auto e in moto fuori dai luoghi adibiti a parcheggio, di esibirsi in spettacoli con auto, pattini e skate boards, di calpestare e sedersi sui prati e le aiuole dei giardini pubblici. Negli ultimi 12 mesi, però, i trasgressori l'hanno passata quasi sempre liscia. Colpa anche dei pochi vigili urbani presenti sul territorio e coadiuvati solo a periodi dalle guardie di quartiere.

Adesso però, c'è uno spiraglio: l'arrivo del nuovo comandate dei vigili urbani Ciro Cirillo. Un'apparizione che il sindaco spera che possa regalare sempre più ordine a San Vitaliano. Di certo, un primo lavoro di responsabilizzazione spetterebbe alle famiglie. Basterebbe infatti che i giovani, ha fatto sapere il sindaco, venissero educati a certi livelli di partecipazione alla vita sociale. Mentre ancora oggi il vandalismo e la maleducazione si fanno sentire troppo spesso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Mugnano: "Ancora sopra i 200 positivi attuali"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento