menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Capri

Capri

Rimosso e fatto brillare l'ordigno bellico trovato a Capri

Completate le operazioni da parte degli artificieri dello Sdai, è stata abrogata l'ordinanza che per motivi di sicurezza vietava la navigazione e la balneazione nel tratto di mare antistante la Grotta Bianca

È stato rimosso e fatto brillare oggi l'ordigno bellico che era stato scoperto la scorsa settimana nei fondali di Capri, a pochi metri dalla Grotta Bianca. In azione sono entrati gli artificieri sommozzatori del nucleo Sdai della Marina Militare che, in sinergia con la capitaneria di porto di Capri che ha coordinato le operazioni di bonifica, hanno individuato e localizzato il residuato bellico, un proiettile di contraerea inesploso risalente alla seconda guerra mondiale. L'ordigno, delle dimensioni di circa 40 centimetri di lunghezza e 15 centimetri di larghezza, si trovava ad una profondità di circa 15 metri.


Una volta recuperato, il residuato è stato portato al largo e distrutto a mezzo di controcaricamento. Completate le operazioni da parte degli artificieri dello Sdai, il comandante della capitaneria di Capri, tenente di vascello Alessandro Sarro, ha abrogato nel pomeriggio l'ordinanza che per motivi di sicurezza vietava la navigazione e la balneazione nel tratto di mare antistante la Grotta Bianca. (Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Attualità

Supplica alla Madonna di Pompei: il testo

Attualità

Concorsone Sud 2800 posti: le date della prova scritta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

  • Media

    Amici, il napoletano Aka7even vola in finale

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento