"Un ordigno bellico sarà fatto esplodere presto. Potreste sentire un rumore molto forte"

"State tranquilli è tutto sotto controllo", annuncia Ciro Bonajuto

Foto di repertorio

"La Capitaneria di Porto ci ha appena informato che è stato individuato un ordigno bellico a mare, in zona Quattro Venti, al confine tra Ercolano e Torre del Greco. Sul posto sono già presenti gli artificieri che faranno brillare l'ordigno. A breve, quindi, potreste sentire un rumore molto forte proveniente da quella zona. Niente paura, la situazione è sotto controllo. Sto facendo informare tutte le scuole della zona per tranquillizzare bambini e ragazzi che potrebbero spaventarsi per un eventuale boato. Fate girare". 

E' l'appello del sindaco di Ercolano, Ciro Bonajuto, lanciato su Facebook, per avvisare i propri concittadini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amministrative 2020, i risultati nei 28 comuni al voto nel napoletano

  • Regionali Campania 2020, i risultati: Partito Democratico primo partito

  • Polmonite bilaterale, medico del Cardarelli rischia la vita per il Covid: "Tanta paura. Ora sta meglio"

  • Coronavirus, boom di positivi in Campania e un morto su soli 3.400 tamponi esaminati

  • Vruoccole e tagliatelle: il segreto della ricetta napoletana

  • Coronavirus, record negativo di nuovi casi. De Luca: "Se continua così chiudiamo tutto"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento