rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Cronaca Ponticelli

Ponticelli, ordigno esplode sotto l'auto della dirigente nazionale dell’associazione antiracket

"L’ordigno ha prodotto la distruzione dell’auto e diversi danni alle abitazioni circostanti, e solo per un miracolo si sono evitati danni, anche più gravi, a persone e cose", denuncia l'associazione Sos Impresa

La sera del 31 dicembre ignoti hanno fatto esplodere a Ponticelli un ordigno sotto l’auto della dirigente nazionale dell’associazione antiracket Sos Impresa Rete per la legalità Aps, Anna Ferrara. 

"L’ordigno ha prodotto la distruzione dell’auto e diversi danni alle abitazioni circostanti, e solo per un miracolo si sono evitati danni, anche più gravi, a persone e cose", denuncia l'associazione Sos Impresa. Le forze dell'ordine sono già al lavoro per individuare i responsabili dell'accaduto.

“Anna è una delle dirigenti di primo piano della nostra organizzazione nazionale e locale, ed è in prima fila da quindici anni nella lotta al racket nel quartiere di Ponticelli e di tutta la periferia a nord e ad est della città di Napoli", ha dichiarato il presidente nazionale di Sos Impresa Rete per la legalità Aps Luigi Cuomo, che ha espresso la solidarietà e la vicinanza di tutta l’associazione nazionale e regionale di cui si è fatto portavoce. "Anna non è sola in questo momento e devono sapere tutti - ha proseguito Cuomo, che colpire Anna significa colpire tutta la nostra organizzazione. Stiamo già collaborando con le forze dell’ordine per giungere la più presto all’individuazione dei responsabili e per l’affermazione della legalità e della sicurezza nel quartiere dove vive e lavora Anna".

La piena solidarietà e vicinanza è stata espressa anche dal vicepresidente vicario nazionale Pippo Scandurra, che ha proposto di riunire la presidenza nazionale dell’associazione a Ponticelli nei prossimi giorni: “Anna è una nostra dirigente validissima, alla quale la nostra associazione ha di recente attribuito a Roma il riconoscimento nazionale nell’ambito del trentennale della nascita di Sos Impresa. Sarà chiesto un incontro riservato al Prefetto di Napoli per valutare eventuali ulteriori iniziative utili e necessarie a tutelare la sicurezza di Anna e di quanti si battono quotidianamente a favore della legalità e della giustizia contro la camorra, il racket e l’usura nella nostra provincia". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponticelli, ordigno esplode sotto l'auto della dirigente nazionale dell’associazione antiracket

NapoliToday è in caricamento