rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Caivano / Parco Verde

Parco Verde messo sotto assedio: i pusher avevano installato telecamere e postazioni nel vano ascensore del palazzo

Operazione di polizia e carabinieri. Gli spacciatori avevano installato anche delle grate e cancelli per riuscire a scappare

Stamattina gli agenti del commissariato di Afragola e i militari della tenenza carabinieri di Caivano e della compagnia carabinieri di Casoria, con il supporto degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania, del personale del IV Reparto Mobile di Napoli, del X Reggimento dei Carabinieri, dei Vigili del Fuoco e della Polizia Municipale di Caivano, hanno realizzato una operazione “alto impatto” nel Parco Verde di Caivano per individuare e rimuovere manufatti abusivi e contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel corso del servizio sono state controllate circa 95 persone e 72 veicoli. Le operazioni di bonifica dei cinque isolati interessati dal controllo hanno consentito di sequestrare 2 microcamere di un sistema di videosorveglianza a circuito chiuso che inquadrava il perimetro esterno dell’edificio e di rimuovere recinzioni abusive nelle aiuole comuni in cui erano stati installati dei manufatti in legno. All’interno degli stabili le squadre dei tagliatori dei Vigili del Fuoco hanno rimosso cancelli, grate, porte blindate e “gabbie” in ferro, abusivamente installate per agevolare l’attività di spaccio. Nel vano ascensore di un palazzo era stata installata la postazione per un pusher. 

1_3-2

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco Verde messo sotto assedio: i pusher avevano installato telecamere e postazioni nel vano ascensore del palazzo

NapoliToday è in caricamento