rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Cronaca

Operata scavalcando la lista d'attesa, Nappi: "Dov'è finita l'inchiesta interna all'Asl?"

La vicenda è quella di una presunta parente di un dirigente Asl che sarebbe stata operata a Nola addirittura da un medico esterno all'ospedale

Una donna sarebbe stata operata scavalcando le persone che la precedevano in lista d'attesa. È quanto dichiara, a proposito di un intervento chirurgico effettuato all'ospedale di Nola, Severino Nappi, capogruppo della Lega in Consiglio regionale.

Ad entrare nel dettaglio della vicenda e a fornire altri particolari è stato lo stesso Nappi. “A quasi tre mesi dal caso emerso all’ospedale Santa Maria della Pietà di Nola, dove una paziente sarebbe stata operata senza il rispetto della lista di attesa - spiega - non si hanno ancora notizie dell’indagine interna avviata dall’Asl Napoli 3 Sud. A tal riguardo ho presentato apposita interrogazione consiliare per conoscere l’esito dell’inchiesta, e per sapere inoltre se corrisponde al vero la notizia che la donna avrebbe vincoli familiari con un dirigente della stessa Asl, e che il medico responsabile dell’intervento non sarebbe più alle dipendenze dell’azienda sanitaria".

"Nel caso in cui, invece, ci fossero esiti dell’indagine dell’Asl - prosegue il consigliere - ho chiesto alla Giunta regionale quali sono stati i provvedimenti adottati nei confronti dei responsabili”.

La vicenda come riportata nell'interrogazione

Il consigliere regionale, nella sua interrogazione scritta, fa riferimento ad "un intervento chirurgico ortopedico ritenuto di tale urgenza da comportare lo scavalcamento nella lista di attesa di altri tre soggetti affetti da identica patologia e interessati dal medesimo intervento". Una precedenza data ad una persona - prosegue Nappi - che "sarebbe legata da vincoli familiari con un alto dirigente della stessa Asl" con un intervento "effettuato durante la notte di un giorno festivo". "La solerzia e la celerità applicata nel caso di specie è risultata sospetta anche tra il personale medico e paramedico, atteso che presso l’Ospedale de quo i medici ortopedici sono in servizio solamente la mattina e mai nei giorni festivi e prefestivi".
"Addirittura, è trapelata la notizia che il medico responsabile dell’intervento di urgenza - ha aggiunto il consigliere - sarebbe un professionista in quiescenza e non più alle dipendenze dell’Ospedale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operata scavalcando la lista d'attesa, Nappi: "Dov'è finita l'inchiesta interna all'Asl?"

NapoliToday è in caricamento