Cadde in un pozzo: morto dopo un mese di agonia

Non ce l'ha fatta Raffaele Bracciano, 57enne di Caserta, vittima di un incidente a Pompei

Un'agonia durata un mese prima di cedere alla morte. È il destino a cui è andato incontro Raffaele Bracciano, l'operaio di Caserta che cadde in un pozzo nei pressi di un distributore di benzina di via Plinio a Pompei. Il 57enne stava lavorando quando finì vittima della spaventosa caduta che lo ridusse subito in fin di vita. Per settimane è stato ricoverato in rianimazione all'ospedale Ruggi di Salerno ma non ce l'ha fatta e si è arreso alla morte.

Le indagini

Sui fatti indagano gli agenti del commissariato di polizia di Pompei che adesso si trovano di fronte ad una nuova ipotesi di reato: omicidio colposo. Per questo incidente sono indagate tre persone. Sono l'inchiesta potrà stabilire se ci siano state delle responsabilità nell'ennesimo caso di morte sul lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, quali sono i sintomi spia e cosa tenere in casa: risponde il medico di base

  • Tutto sulla dieta che ha restituito a Fiorello la sua forma smagliante

  • Fuga d'amore a Dubai per Tony e Tina Colombo: le foto bollenti

  • Cade dal balcone di casa: 40enne trasportata in gravi condizioni in ospedale

  • Paura a Scampia, esplosione in un appartamento: fiamme devastano abitazione

  • Il Tar boccia il ricorso contro l'ordinanza regionale: le scuole restano chiuse

Torna su
NapoliToday è in caricamento