Cronaca Miano / Traversa di Cupa della Vedova

Omicidio Vincenzo Priore, due feriti nella notte: forse una rissa

La vittima aveva 21 anni. Il cadavere trovato dalla polizia in via Cupa delle Vedove. L'episodio non sarebbe legato alla faida tra scissionisti e girati. Indagini in corso

Polizia

Un giovane, Vincenzo Priore, è stato ucciso e altri due sono rimasti feriti a seguito di una sparatoria avvenuta alle 4 di questa mattina in città. Il cadavere della vittima, 21 anni, è stato trovato dalla polizia in via Cupa della Vedova.
I due feriti sono stati portati all'ospedale San Giovanni Bosco. Uno dei due sarebbe grave: un proiettile gli ha trapassato il cranio. L'altro ferito, colpito alla testa con il calcio della pistola, non sarebbe grave.

LA PRIMA RICOSTRUZIONE - L'episodio non sarebbe legato alla faida tra scissionisti e girati. I tre infatti sarebbero stati protagonisti con altre persone di una rissa avvenuta all'esterno di un locale situato nell'aversano. La polizia sta svolgendo indagini per fare piena luce sulla sparatoria.

LE INDAGINI - È dai due giovani ricoverati in ospedale a Napoli che le forze dell'ordine contano di avere notizie per fare chiarezza sul fatto accaduto nella notte tra il Casertano e il quartiere di Scampia. I due potrebbero essere rimasti coinvolti nella stessa rissa - l'ipotesi investigativa più accreditata - che sarebbe avvenuta prima in un locale notturno di Aversa, nel Casertano, per poi proseguire all'esterno. Priore è stato ucciso forse al termine di un inseguimento: è stato colpito alla schiena più volte. (Ansa)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Vincenzo Priore, due feriti nella notte: forse una rissa

NapoliToday è in caricamento