Lunedì, 22 Luglio 2024
Cronaca Castellammare di stabia

"Scissionista" trucidato durante la festa patronale: due arresti nel clan D'Alessandro

A morire fu Vincenzo De Maria, 35 anni

Questa mattina i Carabinieri di Torre Annunziata hanno tratto in arresto due persone accusate dell'omicidio di Vincenzo De Maria e del tentato omicidio di Massimo Massa Massimo. I due indagati sarebbero vicini al clan D’Alessandro, operante a Castellammare di Stabia.

In particolare, l’uccisione di De Maria, avvenuta l'8 maggio 2005, sarebbe stata decisa dal clan per eliminare un esponente del gruppo avversario degli Omobono-Scarpa, in parte costituito da scissionisti, di cui faceva parte la vittima. Nell’occasione, è stato ferito anche Massa. Il provvedimento eseguito, fanno sapere le forze dell'ordine, è una misura cautelare, disposta in sede di indagini preliminari, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione, e i destinatari della stessa sono persone sottoposte alle indagini e quindi presunte innocenti fino a sentenza definitiva.

I killer entrarono in azione tra la folla, nei pressi della Cattedrale, mentre si stava festeggiando il patrono San Catello. Il commando esplose una raffica di colpi da una moto di grossa cilindrata. Come detto, venne ucciso Vincenzo De Maria, 35 anni, e ferito Massimiliano Massa, 45 anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Scissionista" trucidato durante la festa patronale: due arresti nel clan D'Alessandro
NapoliToday è in caricamento