rotate-mobile
Cronaca

Omicidio Vincenzo Amendola, il Gip: "Ucciso perchè si vantava della relazione con la moglie del boss"

Vincenzo, ucciso e poi sepolto a San Giovanni a Teduccio, avrebbe intrattenuto una relazione con la moglie di un noto boss

Dalle indagini per l'omicidio di Vincenzo Amendola starebbero emergendo dei dettagli inquietanti sulla tragica fine del 18enne, sepolto dopo essere stato ucciso dai colpi di pistola alla testa.

Secondo quanto trapela dalle indagini, Vincenzo avrebbe intrattenuto una relazione con la moglie di un noto boss, venendo dunque punito per tale ragione.

Il giovane, il 4 febbraio è stato condotto nel campo agricolo di viale 2 Giugno di San Giovanni a Teduccio, per essere poi freddato da due colpi di pistola dai sicari, che non gli hanno lasciato scampo. 

La dinamica dell'efferato delitto è stata ricostruita dal gip.

Al momento c'è un fermo per la morte di Vincenzo Amendola. La Polizia di Stato di Napoli e l’Arma dei Carabinieri di Napoli hanno eseguito il fermo di indiziato di delitto, emesso dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, di Gaetano Nunziato, 23 anni, con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e reati in materia di stupefacenti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Vincenzo Amendola, il Gip: "Ucciso perchè si vantava della relazione con la moglie del boss"

NapoliToday è in caricamento