menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Omicidio Tommasino

Omicidio Tommasino

Omicidio Tommasino, per i due killer 30 anni e non l'ergastolo: ma fu delitto di camorra

Inizialmente Catello Romano e Renato Cavaliere erano stati condannati al massimo della pena, poi la Cassazione ha chiesto un nuovo pronunciamento in Appello

Arriva la condanna della Corte d'Appello di Napoli: 30 anni di carcere a ciascuno dei due killer del consigliere comunale stabiese Gino Tommasino. Si tratta di Catello Romano e di Renato Cavaliere, all'epoca dei fatti reggente del clan D'Alessandro ed ora collaboratore di giustizia.

Si tratta del nuovo secondo grado del processo dopo che la Cassazione aveva annullato gli ergastoli precedentemente comminati chiedendo alla Corte d'Appello di esprimersi una seconda volta.

C'è, in entrambi i casi, l'aggravante mafiosa in cui è maturato l'omicidio camorristico. Un'azione plateale, che avvenne in pieno centro a Castellammare il 3 febbraio del 2009.

Gli altri due killer, Salvatore Belviso e Raffaele Polito, erano già stati condannati in via definitiva a 18 e 12 anni, entrambi collaboratori di giustizia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Commissario Ricciardi ritornerà: la seconda stagione non è un'utopia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento