Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Portici

Omicidio-suicidio Portici, spunta un movente

Secondo quanto sarebbe emerso dall'interrogatorio di alcune persone che conoscevano la donna, pare l'uomo ultimamente fosse insofferente all'ipotesi che lei potesse passare da sola le vacanze

Ansa

Giovanni Fabbrocini (65 anni) ha prima ucciso la compagna Maria Adalgisa Nicolai (58), poi si è tolto la vita lanciandosi dal quarto piano dell'edificio di via Libertà in cui vivevano. È il dramma di Portici avvenuto ieri, una tragedia secondo chi conosceva la coppia imprevedibile e accaduta senza alcuna avvisaglia.

La donna era una stimata ricercatrice di Scienze e tecnologie alimentari al dipartimento di Agraria dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, l'uomo era proprietario di diversi appartamenti e si occupava della loro gestione. Pare l'abbia prima colpita con un corpo contundente e fatto perdere i sensi, quindi si sia accanito con più coltellate sul suo corpo.

Un vicino di casa ha raccontato a NapoliToday come si sono svolti i fatti. "Erano le 8 di sera e sentivo dei passi dal piano di sopra. Mi chiedevo chi fosse perché a quell'ora, solitamente, non si sente nulla. E mentre pensavo questo, ho visto un'ombra cadere giù. Era lui che si era lanciato".

Su Fabbrocini anche l'ombra della fobia da Covid

Un possibile movente

Le indagini proseguono, si sta provando a ricostruire il movente. Secondo quanto sarebbe emerso dall'interrogatorio di alcune persone che conoscevano la donna, pare l'uomo ultimamente fosse insofferente all'ipotesi che lei potesse passare da sola le vacanze nel paese di origine (in Basilicata) e che questo abbia dato vita ad una serie di discussioni.

Intanto è a San Severo Lucano, in provincia di Potenza in Basilicata, paese d'origine della 58enne, che domani alle 11 si terrà il rito funebre.
La coppia non era mai stata sposata e non aveva figli.

I funerali della donna in Basilicata

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio-suicidio Portici, spunta un movente

NapoliToday è in caricamento