menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Duplice omicidio a Saviano: indagini a tutto campo

Nonostante l'agguato di stampo camorristico, Francesco Tafuro e Domenico Liguori non sembra avessero legami con la criminalità organizzata

Indagini a tutto campo per chiarire il movente del duplice omicidio di Saviano. Nonostante l'agguato consumato nella zona di campagna di via Olivella sembri avere tutte le caratteristiche di quelli di stampo camorristico, Francesco Tafuro e Domenico Liguori non sembra avessero legami con la criminalità organizzata. Dai primi accertamenti è emerso che le due vittime gestivano un centro di scommesse.

Il 32enne Liguori era noto alle forze dell'ordine per gioco d'azzardo mentre il 33enne Tafuro era incensurato, ma non erano vicini ai clan camorristici della zona. Erano le 23.30 quando uno o più killer hanno agito.

I due trentenni erano in auto quando sono stati raggiunti da numerosi colpi di pistola. Al loro arrivo sulla scena del delitto, i carabinieri della Compagnia di Nola e del Nucleo investigativo di Castello di Cisterna hanno rinvenuto il corpo di Liguori all'interno della Fiat Punto al lato guida, mentre Tafuro era riverso a terra, a pochi metri dalla vettura. Gli investigatori stanno cercando di accertare se i due soci conoscessero il proprio assassino e se, per caso, avessero fissato con lui un appuntamento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento