menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pietro, sparato "per gioco": arrestato il padre dell'omicida

L'uomo convinto dagli investigatori a raccontare quanto fosse a sua conoscenza circa l'arma della tragedia. La pistola semiautomatica, con matricola abrasa, è stata poi rinvenuta nel cortile di una scuola

Arrestato A.G., il 44enne padre del minore che lo scorso sabato 8 agosto ha ucciso l'amico Pietro Spineto maneggiando un'arma rinvenuta in strada a Torre del Greco. L'uomo, appartenente ad una famiglia di pregiudicati e ritenuto dagli investigatori vicino a un clan camorristico della città corallina, era già sottoposto alla misura cautelare dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

A.G. è stato convocato in commissariato e convinto dagli investigatori a raccontare quanto fosse a sua conoscenza circa l'arma dell'omicidio. La pistola semiautomatica, con matricola abrasa, è stata poi rinvenuta su indicazione dell'uomo all'interno del cortile di una scuola poco distante da Vico Bufale dove si è consumata la tragedia.

All'uomo, che si è presentato negli uffici della polizia di Torre del Greco accompagnato dal suo avvocato, viene contestato il reato di porto e detenzione illegale di arma clandestina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento