menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La vittima, Pasquale Prisco

La vittima, Pasquale Prisco

Rapina al supermarket: chiesto l'ergastolo per gli ex carabinieri che uccisero un 28enne

Claudio Vitale e Jacomo Nicchetto rapinarono nel marzo 2015 un supermarket di Ottaviano, uccidendo Pasquale Prisco e ferendo diverse persone dopo un inseguimento sulla Statale 268

Claudio Vitale e Jacomo Nicchetto, i due ormai ex carabinieri che rapinarono nel marzo 2015 un supermarket di Ottaviano, uccidendo il 28enne Pasquale Prisco, rischiano ora l'ergastolo.

E' quanto emerso nella requisitoria durata due ore del processo a loro carico. I due carabinieri-rapinatori uccisero il titolare dell'Etè, che li aveva inseguiti dopo la rapina in compagnia di amici e parenti.

Rimasero feriti nella sparatoria avvenuta sulla famigerata Statale 268, anche il fratello della vittima ed un dipendente dell’esercizio commerciale.

RICOSTRUZIONE - Nicchetto e Vitale hanno ammesso a caldo la dinamica degli accadimenti, ma allo stesso tempo avevano riferito nei primi interrogatori di aver sparato per legittima difesa. Dopo il colpo, i rapinatori erano fuggiti inseguiti dalla vittima, da suo padre, e da otto dipendenti del supermarket.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Villa mozzafiato in vendita a Marechiaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento