rotate-mobile
La decisione / Caivano

Uccise la sorella Maria Paola Gaglione: dopo meno di due anni va ai domiciliari

Michele Antonio trasferito dal carcere di Poggioreale per buona condotta. Non approvava la relazione della sorella con Ciro, il suo fidanzato trans

È stata attenuata la misura cautelare inflitta a Michele Antonio Gaglione, accusato dell'omicidio della sorella Maria Paola. L'uomo è stato trasferito agli arresti domiciliari dopo meno di due anni di reclusione in carcere. Il 32enne è stato trasferito dal carcere di Poggioreale agli arresti domiciliari su decisione della Corte d'Assise di Napoli. Anche la procura di Nola ha dato parere favorevole vista la condotta dell'imputato all'interno del carcere. Gaglione è, inoltre, incensurato ed è ancora sotto processo per l'omcidio.

Andrà agli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico e fuori regione. Gaglione uccise la sorella Maria Paola nella notte tra l'11 e il 12 settembre 2020 ad Acerra. La inseguì mentre era su uno scooter insieme al compagno transgender Ciro. Li fece cadere e a seguito della caduta lei morì mentre Ciro rimase ferito. Non approvava la relazione tra i due e per questo fece quel gesto punitivo che risultò letale alla sorella. Per quei fatti è a processo per omicidio e tentato omicidio e dopo Pasqua ci sarà la requisitoria del pm prima della sentenza di primo grado.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccise la sorella Maria Paola Gaglione: dopo meno di due anni va ai domiciliari

NapoliToday è in caricamento