Lunedì, 22 Luglio 2024
Cronaca Melito di napoli

Insegnante ucciso, collaboratore scolastico condannato a 14 anni e 8 mesi

La decisione del Gup a proposito dell'omicidio di Marcello Toscano, avvenuto nel settembre dell'anno scorso

Nella giornata di ieri, 4 luglio, si è consumato l'epilogo – almeno per quanto riguarda il primo grado di giudizio – della vicenda che ha visto come vittima Marcello Toscano, 64enne insegnante di sostegno assassinato a Melito nel settembre del 2022.

Il giudice per le udienze preliminari di Napoli ha infatti condannato, con rito abbreviato, Giuseppe Porcelli a 14 anni e 8 mesi di carcere con l'accusa di omicidio volontario. Porcelli è stato condannato anche a pagare alle parti civili 100mila euro di risarcimento danni ed è stato interdetto dai pubblici uffici. È stato contestualmente assolto – perché il fatto non sussiste – per quanto invece riguarda il reato di occultamento di cadavere.

Marcello Toscano venne trovato in una siepe nel cortile dell'Istituto scolastico Marino Guarano di Melito, dove era in servizio come insegnante di sostegno.

Le indagini

A Giuseppe Porcelli, collaboratore scolastico anch'egli dipendente nella struttura, i carabinieri di Marano sono arrivati in pochi giorni. Molti gli indizi risultati a suo carico: immagini estrapolate dalle videocamere di sorveglianza installate in zona, testimonianze, indumenti intrisi di sangue – risultato, attraverso test del Dna, della vittima – trovati nel corso di perquisizioni a casa sua.
Il 29 settembre venne sottoposto a fermo poi convalidato, e il primo grado del processo, per direttissima, si è concluso ieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insegnante ucciso, collaboratore scolastico condannato a 14 anni e 8 mesi
NapoliToday è in caricamento