rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Cutolo, la figlia di una vittima: "Dei nostri cari si continuerà a parlare, di lui no"

È il commento alla morte del boss della Nco di Annamaria Torre, figlia del sindaco di Pagani assassinato su ordine del boss di Ottaviano nel 1980

Marcello Torre era sindaco di Pagani, in provincia di Salerno, quando venne ucciso l'11 dicembre del 1980. È una delle vittime di Raffaele Cutolo, il boss della Nco morto ieri in carcere all'età di 79 anni: come mandante del suo assassinio Cutolo fu condannato nel 2001 all'ergastolo, sentenza confermata in cassazione nel 2002. La "colpa" di Torre era quella di essersi opposto alle infiltrazioni camorristiche nelle procedure di assegnazione degli appalti.

All'indomani della morte del suo carnefice, la figlia di Torre, Annamaria, ha commentato così: "Non ho mai augurato la sua morte, ma avrei voluto solo la verità, per me e per tanti familiari delle vittime innocenti della sua camorra. E invece se la è portata nella tomba. Ma di una cosa sono certa: dei nostri cari continueremo a parlare perché il loro sacrificio non è stato vano, di lui spero non si debba mai più dire nulla".

Cutolo, nella tomba anche i suoi segreti

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cutolo, la figlia di una vittima: "Dei nostri cari si continuerà a parlare, di lui no"

NapoliToday è in caricamento