Venerdì, 12 Luglio 2024
Cronaca

Omicidio Francesco Pio, il Riesame conferma il carcere per il presunto killer

All'esterno del Palazzo di Giustizia, in attesa della decisione, si erano radunati parenti e amici della vittima, chiedendo giustizia per il 18enne di Pianura

Resta in carcere Francesco Pio Valda, ovvero il 19enne che tra sabato 19 e domenica 20 marzo, avrebbe assassinato con un colpo di pistola Francesco Pio Maimone tra gli chalet di Mergellina.

A confermare per il giovane la misura cautelare del carcere è stata la X Sezione del Tribunale del Riesame di Napoli. All'esterno del Palazzo di Giustizia, in attesa della decisione, si erano radunati parenti e amici della vittima, chiedendo giustizia per il 18enne di Pianura.

Secondo l'accusa, Valda avrebbe impugnato un’arma contro un altro giovane del rione Traiano il quale a suo dire gli aveva sporcato le scarpe con un pestone. Avrebbe fatto fuoco almeno tre volte, colpendo fatalmente e per errore il 18enne di Pianura.

Parenti e amici della vittima

Così Luigi Maimone, fratello del padre di Pio e quindi zio della vittima, ai nostri microfoni: "Ringraziamo le forze di polizia, i carabinieri, la magistratura per il supporto che ci stanno dando. Dobbiamo dire basta, un ragazzo non può morire mentre mangia un gelato dopo il lavoro. Ci sono arrivati i messaggi da tutta Napoli, le persone hanno capito che siamo per bene, lavoratori". 

Tra i familiari c'è anche Gabriella Romano, la madre di Carlo, l'amico di Francesco Pio che era con lui quando è stato colpito. Carlo è colui che ha rilasciato una testimonianza fondamentale per ricostruire che cosa è accaduto in quella folle notte: "Sono molto orgogliosa di mio figlio - ci ha spiegato Gabriella, la madre dell'amico di Pio la cui testimonianza è stata fondamentale per far arrestare Valda - In questa città non si può vivere, i nostri ragazzi avrebbero il diritto di camminare per strada senza avere paura, invece non è così".

Così ieri la consigliera comunale Alessandra Clemente: "Ho raggiunto il presidio voluto dalla famiglia Maimone per chiedere giustizia e per sostenere il lavoro di Magistratura e Forze dell’Ordine, presso l’ingresso del Palazzo di Giustizia di Napoli. Non doveva accadere più ad altri".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Francesco Pio, il Riesame conferma il carcere per il presunto killer
NapoliToday è in caricamento