rotate-mobile
Cronaca Torre annunziata

Uccise la moglie a colpi di piccone: progettava di uccidere anche il figlio

Il 71enne stava progettando di acquistare un'arma da fuoco per "punire" il figlio e la nuora

Ancora guai per Umberto Scassillo, il 71enne, che uccise a Torre Annunziata nel proprio appartamento di via Nazionale, la moglie, Ida Fontana, con un piccone. L'uomo, agli arresti domiciliari, è ora anche accusato di aver architettato l'omicidio del figlio e della nuora.

Per tale ragione, la Procura di Torre Annunziata ha chiesto e ottenuto una nuova misura cautelare in carcere per il 71enne.

Come riporta Il Mattino, infatti carabinieri hanno scoperto che l’uomo stava progettando di uccidere uno dei suoi quattro figli e la moglie di quest'ultimo.

Per portare avanti tale azione criminosa, Scassillo si era allontanato da casa contravvenendo agli obblighi dei domiciliari, contrattando con alcuni malavitosi l'acquisto di un'arma da fuoco, non andato poi in porto, grazie all'intervento dei militari dell'arma. Alla base dei contrasti dissidi legati all'eredità, secondo quanto trapela.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccise la moglie a colpi di piccone: progettava di uccidere anche il figlio

NapoliToday è in caricamento