Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca Chiaia / Via Toledo

Dopo 12 anni risolto l'omicidio di Raffaele Iannaccone

Nel 2005 entrarono in un pub e ammazzarono il dipendente con una mazza da baseball. In manette Eduardo Terracciano, figlio di “O' Nirone” e i nipoti Francesco Terracciano e Salvatore Equabile

Dopo 12 anni la squadra mobile di Napoli, coordinata dalla locale Dda, ha fatto piena luce sull’omicidio di Raffaele Iannaccone, dipendente del pub Lander Suisse ucciso nel 2015. Oggi sono finiti in manette Eduardo Terracciano, 36enne figlio di Salvatore, boss noto come 'o Nirone, morto di recente, e due suoi nipoti, i 35enni Francesco Terracciano e Salvatore Equabile. La vittima fu picchiata con una mazza da baseball al punto da finire in coma irreversibile: fu dichiarato morto sei mesi dopo.

Le indagini hanno consentito di accertare che i tre costrinsero il giovane ed uscire dal pub di via Toledo dove lavorava, colpendolo con una mazza e con gli sgabelli di acciaio del locale. Per dodici anni le indagini sono proseguite senza però addivenire alla piena conclusione, a dare la svolta sono state le dichiarazioni rese da quattro collaboratori di giustizia, oltre a nuovi elementi di indagine emersi di recente. Gli indagati, due dei quali già detenuti, devono rispondere di omicidio pluriaggravato

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo 12 anni risolto l'omicidio di Raffaele Iannaccone
NapoliToday è in caricamento