Cronaca Secondigliano / Via dell'Arco

Weekend di sangue, un omicidio e due ferimenti: il punto sulle indagini

Dal centro a Napoli Est, fino a Secondigliano, tre fatti di cronaca hanno funestato la giornata di ieri. Inquirenti al lavoro

Proseguono le indagini sui tre inquietanti fatti di cronaca che hanno caratterizzato il weekend: l'omicidio Fiorillo a Secondigliano e due ferimenti, quello di una ragazza nella zona di Santa Lucia e di un ragazzo a Ponticelli.

Per l'agguato mortale a Giuseppe Fiorillo, il giovane di 19 anni assassinato con dieci colpi di pistola nel quartiere Secondigliano (in via dell'Arco davanti ad un circolo ricreativo), l'ipotesi è uno scontro per il controllo del traffico degli stupefacenti in zona oppure un regolamento di conti.

Non è da escludere che con lui ci fossero altre persone fino a pochissimi istanti prima del raid, ma al momento non risultano né tesimoni né in zona erano installate telecamere di sicurezza. Fiorillo aveva alle spalle qualche precedente per droga, ma secondo gli inquirenti non era affiliato a nessun clan camorristico.

Spari anche a Santa Lucia e a Ponticelli

Mentre il ragazzo veniva ucciso, a Santa Lucia una 26enne è stata ferita ad un polpaccio da un colpo di pistola. Ha raccontato di un tentativo di rapina del suo Rolex cui aveva reagito, ma al momento non si escludono altre ipotesi. Incensurata, pare fosse legata in passato ad un pregiudicato attualmente detenuto. Contemporaneamente avveniva un altro ferimento in città, un 20enne colpito ad un fianco a Ponticelli. Si sta indagando sulle sue parentele. Al momento non viene esclusa alcuna ipotesi, e l'intera Napoli Est si trova in un momento di particolare frizione fra le fazioni camorristiche in campo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Weekend di sangue, un omicidio e due ferimenti: il punto sulle indagini

NapoliToday è in caricamento