rotate-mobile
Cronaca Volla

Sparatoria mercatino Volla, la ricostruzione del litigio: "Non puoi farla qui..."

Ad uccidere il 23enne Giovanni Galluccio ed a ferire un suo collega di 34 anni sarebbe stato un giovane sorpeso dai due ieri ad urinare nel loro stand. L'assurdo gesto di stamane sarebbe la sua vendetta

Iniziano a filtrare le prime ricostruzioni della tragedia verificatasi nel mercatino di Volla, la sparatoria di stamane in cui Giovanni Galluccio, 23enne di Giugliano, ha perso la vita, ed il 34enne Giuseppe Sarracino di Marano è stato ferito. Sembra che alla base di tutto ci sia stato un diverbio, nato ieri.

"Che fai, vai a pisciare da un'altra parte": è questo ciò che, secondo il Mattino, avrebbero detto Galluccio e Sarracino ad un giovane il quale stava urinando nel loro stand. Il ragazzo avrebbe risposto male, e da lì sarebbe nata una lite in cui quest'ultimo avrebbe avuto la peggio.

Secondo quanto trapelato, pare che prima di andar via il giovane abbia fatto il gesto della pistola con la mano, minacciando: "Ci vediamo domani". Proposito portato tragicamente a compimento oggi.

Prima gli spari a Giovanni Galluccio e Giuseppe Sarracino, poi – a rivoltella inceppata – una colluttazione col fratello di Giovanni (che pure ieri era presente) in cui questi è rimasto ferito, colpito dal calcio dell'arma.

Mentre i carabinieri di Torre del Greco indagano su quanto accaduto, Giugliano è sconvolta per la morte dei giovane Giovanni Galluccio, ultima generazione di una notissima famiglia di commercianti di frutta della città. Le condizioni di Giuseppe Sarracino, operato alla milza sono migliorate col passare delle ore.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sparatoria mercatino Volla, la ricostruzione del litigio: "Non puoi farla qui..."

NapoliToday è in caricamento