Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Omicidio Coppola, la ricostruzione: la lite nel bar per una ragazza. Poi l'agguato

Il 27enne Gianluca Coppola si è spento oggi dopo più di un mese di agonia. Dal 30 aprile scorso è in carcere, con l'accusa di aver premuto contro di lui due volte il grilletto, Antonio Felli

I dettagli su quel tragico 8 aprile stanno emergendo a poco a poco, nelle ore che - oggi - stanno seguendo la morte di Gianluca Coppola. Ventisette anni, di Casoria, il ragazzo è morto stamattina al Cardarelli. Da un mese e 10 giorni era in rianimazione dopo l'intervento chirurgico subito per l'estrazione dei due proiettili esplosigli contro da un'altra persona dopo una lite.

L'autore del ferimento - dall'epilogo divenuto oggi tragico - è secondo gli inquirenti Antonio Felli, detenuto in carcere a Poggioreale. A quanto pare i due avevano litigato per l'ex fidanzata di Felli. L'episodio è avvenuto in viale Europa, a Casoria: soccorso, Coppola era stato trasportato all'ospedale Cardarelli, in condizioni apparse subito molto gravi.

Il fermo di Felli è avvenuto diversi giorni dopo, il 30 aprile. Si è arrivati a lui attraverso le registrazioni di vari sistemi di videosorveglianza. Secondo gli inquirenti Felli dopo la lita con Coppola (avvenuta in un bar nel centro di Casoria) era riuscito a procurarsi nel giro di pochi minuti l'arma che avrebbe utilizzato.

Il 27enne Gianluca Coppola è morto a causa di una infezione polmonare, conseguenza delle condizioni in cui versava.

"Chiediamo giustizia"

"Condoglianze alla famiglia di Gianluca, il giovane ferito in un agguato a Casoria lo scorso 8 aprile per motivi passionali e che purtroppo stamattina è volato in cielo. La Città si stringe intorno alla famiglia Coppola in questo momento di grande dolore e chiede giustizia per quanto accaduto", è il post di Raffaele Bene, sindaco di Casoria sulla morte del giovane.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Coppola, la ricostruzione: la lite nel bar per una ragazza. Poi l'agguato

NapoliToday è in caricamento