Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Omicidio ai Quartieri spagnoli. Pregiudicato freddato da tre colpi

 

Due omicidi in tre giorni. Napoli torna violenta, dopo Ponticelli si uccide ai Quartieri spagnoli. Non più solo stese, l'asfalto si macchia di sangue. Prima l'uccisione di Ciro Nocerino, il 15 novembre nella periferia Est, con il ferimento di un assicuratore estraneo ai fatti.

Oggi è toccato a Gennaro Verrano, 38 anni, pregiudicato, elemento già noto alle forze dell'ordine per un mandato di cattura europeo emesso dalla polizia belga per furto. Secondo una prima ricostruzione, l'uomo passeggiava nei pressi di piazzetta Trinatà agli spagnoli quando è stato raggiunto dal killer, che sembra aver agito da solo.

Sono partiti i primi colpi, Verrano si è dato alla fuga, ha imboccato via Trinità in direzione via Toledo. Verrano è stato raggiunto ancora da colpi, tre in tutto, per poi accasciarsi al suolo pochi metri più in la all'incrocio con vico Tre Regine. Il killer si è dileguato senza rendersi conto che l'obiettivo non era ancora morto.

Giuseppe Verrano, infatti, era ferito gravemente ma in vita. Il 38enne è stato soccorso e trasportato all'Ospedale Vecchio Pellegrini, nella pignasecca, dove è morto pochi minuti dopo il suo arrivo. Sul posto sono intervenuti i carabinieri. Ancora al lavoro la scientifica, che dovrà tornare in via Trinità agli Spagnoli per i rilievi del Dna. Alcuni testimoni avrebbero dichiarato ai militari di aver visto Verrano prima dell'agguato in compagnia di due persone. Ancora da stabilire i motivi dell'agguato.

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento