menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carabinieri

Carabinieri

Faida di Ercolano, la vendetta trasversale di "Ciro ò lione"

Ciro Montella, dopo aver fatto uccidere Gaetano Esposito, uno dei killer di suo padre e di suo fratello, ordinò ai familiari dell'uomo di lasciare per sempre Ercolano

I carabinieri di Torre del Greco hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere, nei confronti di Ciro Montella detto o' lione, esponente di spicco del clan Ascione - Papale di Ercolano.

L'ordinanza è stata emessa dal gip del tribunale di Napoli, su indagini condotte dalla Dda.

Ciro Montella è stato riconosciuto mandante e organizzatore dell'omicidio, avvenuto nel 2009, di Gaetano Esposito del clan rivale Birra - Iacomino, freddato dinnanzi alla sala scommesse del corso Resina a Ercolano.

Si è trattato di una vendetta trasversale, secondo le ultime ricostruzioni: la vittima era infatti era lo zio di Vincenzo Esposito, uno degli autori dell'omicidio di Vincenzo e Gennaro Montella, padre e fratello di Ciro ò lione.

Montella avrebbe ordinato ai familiari della vittima di lasciare per sempre Ercolano, dopo averlo fatto ammazzare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento