Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Pianura

Uccisa e fatta a pezzi, i resti in una borsa: decreto di fermo per il figlio della vittima

Le indagini hanno consentito di rinvenire parte del cadavere della vittima e, nel corso dell'interrogatorio reso innanzi al Pm, di raccogliere la confessione dell'uomo sottoposto a fermo

I Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli hanno dato esecuzione al decreto di fermo disposto dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli nei confronti Edoardo Chiarolanza, gravemente indiziato dell'omicidio della madre Eleonora Di Vicino, di 85 anni, commesso alcuni giorni fa nell'abitazione familiare sita in via Montagna Spaccata. 

Le indagini hanno consentito di rinvenire parti del cadavere della vittima e, nel corso del rituale interrogatorio reso innanzi al Pubblico Ministero, raccogliere la confessione della persona sottoposta a fermo.

Il decreto di fermo sarà sottoposto al vaglio del Giudice. 

Il ritrovamento

Una borsa contenente resti umani era stata ritrovata nella serata di giovedì in via Marano a Pianura. L'ipotesi a cui hanno lavorato gli inquirenti sin dall'inizio era che quel ritrovamento fosse collegato alla scomparsa di un'anziana donna della zona avvenuta nelle scorse settimane.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(video di Massimo Romano/NapoliToday)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccisa e fatta a pezzi, i resti in una borsa: decreto di fermo per il figlio della vittima

NapoliToday è in caricamento