Omicidio di Ciro Esposito, la difesa chiede i domiciliari per De Santis

'Gastone', il tifoso romanista condannato a 16 in appello per l'omicidio di Ciro Esposito, potrebbe scontare la pena ai domiciliari. "Non vogliamo misure affievolite per chi ha commesso un omicidio efferato", spiega l'avvocato Pisani

I legali di Daniele De Santis, l'uomo che per i giudici uccise il tifoso del  Napoli Ciro Esposito, hanno chiesto i domiciliari per il loro assistito, affetto da una patologia che il medico legale di parte considera "incompatibile con il carcere". Lo si legge nell' istanza presentata alla Corte di Assise di Roma dai legali del tifoso romanista soprannominato 'Gastone'. De Santis, condannato in appello a 16 anni per omicidio volontario, si trova nel carcere di Velletri dallo scorso 20 agosto. Da Regina Coeli è stato trasferito a Velletri per proseguire le fisioterapie. Da tempo, infatti, l'uomo è affetto da una "gravissima osteomelite" alla gamba destra, e dal 2015 "è stato sottoposto a numerosi interventi chirurgici" per evitare l'amputazione dell'arto. Ora De Santis si muove su una carrozzina pieghevole. 

Per Angelo Pisani, avvocato della famiglia Esposito, "la richiesta non è condivisibile perché De Santis è responsabile di un omicidio efferato e ingiustificabile. Quindi abbiamo chiesto anche noi al Magistrato di valutare se ci sono le condizioni cliniche attraverso una c.t.u (consulenza tecnica)". Secondo Pisani, tra circa dieci giorni si avrà il responso e si saprà se De Santis può restare in carcere o dovrà essere trasferito ai domiciliari. "Non vogliamo la tortura per nessun essere vivente", spiega l'avvocato, "ma è bene che non ci siano misure affievolite per chi si è reso responsabile di un omicidio tremendo. I consulenti dovranno essere molto attenti". 

QUATTRO ANNI SENZA CIRO ESPOSITO. LA MADRE: "CIRO E' CON NOI"


GIUSTIZIA  "Finora, con la condanna a 16 anni, non c'è stata giustizia vera e propria", aggiunge Pisani. "La notizia della richiesta dei domiciliari ha riaperto la ferita dei familiari, in particolare della madre di Ciro, Antonella Leardi. Vogliono capire che se è vero o se si tratta di espedienti legali"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Dramma nel salernitano, muore per Covid-19 una 33enne avvocato incinta

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

  • Sallusti ricorda Maradona: "Drogato, imbroglione, alcolista, sessista, evasore, comunista"

Torna su
NapoliToday è in caricamento