Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Omicidio Caiafa, sopralluogo dei carabinieri sul luogo dell'agguato (VIDEO)

Il 40enne è stato vittima di un raid nella notte, nei pressi delka sua abitazione. A ottobre, il figlio Luigi morì per un colpo sparato da un carabiniere dopo una rapina

 

Era già morto quando è arrivato all'ospedale Pellegrini di Napoli. Luigi Caiafa, 40 anni, è stato ucciso da colpi d'arma da fuoco esplosi dopo l'una di notte nella sua abitazione di in vico Sedil Capuano, dove scontava gli arresti domiciliari. Caiafa è il padre di Luigi, il ragazzo minorenne ucciso ad ottobre da un proiettile sparato da un poliziotto in seguito a una rapina. Anche lui fu portato al Pellegrini e quando venne data la notizia della sua morte, i parenti sfasciarono una parte dell'ospedale. 

Nella sparatoria è rimasto ferito anche un incensurato di 28 anni, di professione tatuatore, che secondo la prima ricostruzione dei fatti, era in casa Caiafa per realizzare un tatuaggio commissionato dallo stesso Ciro. 

Questa mattina, durante il sopralluogo dei carabinieri gli animi erano tesi e la famiglia Caiafa ha allontanato giornalisti e operatori dell'informazione. Anche i militari non hanno indugiato sul luogo, così da non esacerbare gli animi. Si indaga sui motivi che hanno portato alla sparatoria.  

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento