Cronaca Via IV Novembre

Omicidio Cerrato, svolta nelle indagini: scambio di persona sul luogo del delitto

Scarcerato Antonio Venditto. Non era lui tra i quattro che hanno accoltellato l'uomo per un parcheggio

Arriva una svolta netta nelle indagini per l'omicidio di Maurizio Cerrato, ucciso a Torre Annunziata per un parcheggio. Uno degli iniziali indagati è stato scarcerato. Si tratta di Antonio Venditto, arrestato dopo che la figlia della vittima l'aveva collocato sulla scena del crimine. Una circostanza smentita dalla difesa dell'indagato, patrocinata dall'avvocato Mauro Porcelli, che è riuscita a produrre un alibi per il suo assistito. Alibi verificato dalla procura oplontina che ha scelto di chiedere al Gip la scarcerazione dell'indagato. Venendo a mancare i gravi indizi di colpevolezza, il Gip oplontino ha deciso per la scarcerazione. Sono state necessarie delle rigorose indagini da parte dei carabinieri per riuscire a ricostruire i fatti riguardanti Venditto.

Lo scambio di persona 

Di fatto sarebbe stato vittima di uno scambio di persona. L'uomo era, infatti, stato riconosciuto in foto dalla figlia di Cerrato sia in sede di riconoscimento fotografico che di persona durante l'incidente probatorio. La ragazza aveva addirittura spiegato che Venditto l'aveva aiutata a caricare il padre in auto per la corsa in ospedale dopo aver subito la coltellata letale. Una circostanza smentita dalle indagini che hanno verificato che l'alibi presentato dall'indagato era solido. L'uomo non era nemmeno sulla scena del crimine. Indagini che sono state rese ancora più difficili dal clima di omertà posto in essere dai testimoni dei fatti.

I filmati alterati 

In particolare gli investigatori hanno segnalato che erano stati cancellati anche i filmati registrati dalle telecamere di sorveglianza del parcheggio dove si è verificato il delitto. Un atteggiamento stigmatizzato dal procuratore Nunzio Fragliasso e che sicuramente porterà a provvedimenti giudiziari. Al momento risultano indagate per favoreggiamento personale. I filmati erano stati alterati anche se sono rimasti intatti i momenti nei quali vengono raffigurate le persone che entrano all'interno del garage prima del delitto. Immagini dove non si vede Venditto e la stessa figlia di Cerrato ha ritrattato dopo averle viste. Resta adesso da capire chi era la quarta persona presente sul luogo del delitto e quale sia stato il suo ruolo nell'uccisione di Cerrato. La procura proseguirà le indagini che diventano sempre più difficili.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Cerrato, svolta nelle indagini: scambio di persona sul luogo del delitto

NapoliToday è in caricamento