rotate-mobile
Cronaca Caivano

Omicidio Antonio Natale, lunedì l'autopsia

Antonio, non molto prima della scomparsa, era tornato a casa con parecchi lividi sul corpo verosimilmente riconducibili a un'aggressione

Sarà eseguita lunedì al Policlinico l'autopsia sul corpo di Antonio Natale, il 22enne scomparso il 4 ottobre scorso e poi ritrovato cadavere lunedì 18 nei pressi di un campo rom alla periferia di Caivano.

C'è già stato un primo esame sul corpo del giovane - in avanzato stato di decomposizione - ed è emerso avesse ferite compatibili con quelle che possono provocare i colpi di arma da fuoco.

Ad indagare sull'omicidio sono i carabinieri di Castello di Cisterna. Al momento non si esclude nessuna pista. La più accreditata è che il giovane fosse entrato nel giro dello spaccio. Tra le ipotesi relative al movente anche contrasti con elementi appartenenti alla malavita, non solo locale, pare innescati da comportamenti spregiudicati - e non tollerati - da parte della vittima.

Una novità emersa in questi giorni è che Antonio, non molto prima della scomparsa, era tornato a casa con parecchi lividi sul corpo verosimilmente riconducibili a un'aggressione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Antonio Natale, lunedì l'autopsia

NapoliToday è in caricamento