rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Cronaca

Il figlio del ras ucciso durante una lite: in manette il presunto killer

Il 23enne è morto, alcuni giorni dopo l'agguato, all'Ospedale del Mare

Ieri la Squadra Mobile di Napoli ha eseguito, su delega della Procura della Repubblica di Napoli, un decreto di fermo di indiziato di delitto a carico di Pasquale Muro gravemente indiziato dell’omicidio di Antonio Artiano.  In particolare, lo scorso 10 novembre gli agenti della Squadra Mobile erano intervenuti presso l’Ospedale San Paolo dove era giunto un uomo con una ferita da colpo d’arma da fuoco alla testa.

La vittima, identificata per Artiano - figlio di un esponente del clan Grimaldi - , vista la gravità delle lesioni subite era stato trasportato presso l’Ospedale del Mare in prognosi riservata ed in pericolo di vita.

Ucciso durante una lite

Mercoledì scorso per cause riconducibili alla ferita da colpo d’arma da fuoco il 23enne è deceduto. Dall’attività investigativa è emerso che "Antony" - così come tutti lo conoscevano - intratteneva una relazione sentimentale burrascosa con la sorella dell’indagato e che, a seguito dell’ennesima lite tra i due, i familiari della giovane donna si erano recati presso alcuni parenti del giovane per chiarire la vicenda. Il confronto è degenerato e Muro armato di pistola avrebbe esploso dei colpi d’arma da fuoco all’indirizzo della vittima ferendolo alla testa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il figlio del ras ucciso durante una lite: in manette il presunto killer

NapoliToday è in caricamento