Morte Alessandra Madonna: il pg chiede 20 anni per l'ex

La Corte ha rifiutato di riaprire il processo acquisendo una perizia e il filmato de “Le iene”

Ancora un colpo di scena nella vicenda giudiziaria per la morte di Alessandra Madonna, la giovane ballerina morta dopo essere stata trascinata dalla vettura dell'ex fidanzato. Il sostituto procuratore generale di Napoli, Carmine Esposito ha chiesto la condanna dell'imputato a 20 anni di carcere per omicidio volontario nel corso del processo d'appello. Giuseppe Varriale è stato condannato in primo grado a quattro anni di carcere per omicidio stradale colposo.

L'accusa di omicidio volontario 

L'accusa è invece convinta che si tratti di omicidio volontario così come già sostenuto in primo grado, dove il pm invocò la condanna a 30 anni di carcere. L'avvocato di parte civile Massimo Batragliola ha anche chiesto la rinnovazione dell'istruttoria dibattimentale chiedendo l'acquisizione di una perizia medico-legale redatta dal professor Bollino dell'Università La Sapienza di Roma. Aveva, inoltre, richiesto anche l'acquisizione del filmato della puntata della trasmissione televisiva “Le iene” che parlava dell'omicidio. Nessuna delle due richieste è stata accolta dalla Corte che ha solo acquisito la memoria difensiva. Il prossimo 9 e 15 luglio continueranno le discussioni degli avvocati prima della sentenza.

Il sit-in durante il processo 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nel salernitano, muore per Covid-19 una 33enne avvocato incinta

  • Vietato uscire a Natale e a Capodanno fuori dal comune: "Non sarà possibile raggiungere i nonni"

  • Revenge porn, arrestato un 43enne. Diffusi sui social video intimi con la moglie

  • Sindrome di Kawasaki (o simil Kawasaki): 5 i casi a Napoli

  • Scossa di terremoto nella zona flegrea: l'evento sismico avvertito dalla popolazione

  • Le migliori dieci canzoni su Diego Armando Maradona: la classifica

Torna su
NapoliToday è in caricamento