rotate-mobile
Cronaca

Criminalità, Roma in testa. A Napoli "solo" 7 omicidi da inizio anno

Nella Capitale 22 fatti di cronaca nera da gennaio a oggi. Giacomelli, Segretario Nazionale del Codici: "Napoli, città borderline ma meno di Roma"

Inutile girarci intorno: la criminalità a Napoli c'è, ma a Roma anche. Tanto da superare, numeri alla mano, il capoluogo partenopeo.

Nella Capitale, infatti, 22 omicidi sono stati commessi dall'inizio dell'anno. L'ultimo a Torrevecchia, per la precisione, con la morte del pregiudicato Simone Colaneri. In materia di cronaca nera, invece, a Napoli il numero degli omicidi compiuti è stato pari a 7. Quattro di questi delitti sono avvenuti nel napoletano, altri tre in città.

"Un dato che dovrebbe far riflettere le Istituzioni – fa sapere Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale del Codici - senza creare allarmismi. Ma il clima di violenza che tiene sotto giogo la capitale non andrebbe sottovalutato. E Napoli, che nell’accezione comune è una città borderline, sotto questo punto di vista lo è sicuramente meno di Roma".


La criminalità organizzata dunque si evolve e Roma pare essere diventato il luogo privilegiato di scambi e di pratiche illecite, complici i numerosi cantieri e la conseguente infiltrazione negli appalti pubblici, la proliferazione di esercizi commerciali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Criminalità, Roma in testa. A Napoli "solo" 7 omicidi da inizio anno

NapoliToday è in caricamento