Nuovi dirigenti di polizia per contrastare l'escalation di criminalità

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

Napoli - «Migliorare il controllo del territorio nella zona a nord di Napoli»: è questo lo scopo principale della distribuzione degli incarichi dirigenziali e direttivi, effettuati dalla questura partenopea. Decorrenza lunedì 8 ottobre. I cambiamenti coinvolgeranno il commissariato sezionale "Vomero" dove ad assumere il ruolo di dirigente sarà la dottoressa Monica Nasti. Nel commissariato sezionale di Chiaiano, invece, sarà il dottore Alberto Mannelli, vice questore aggiunto dal commissariato distaccato di Giugliano - Villaricca, a ricoprire l'incarico di dirigente. Mentre il commissario capo Mario Grassia dalla sezione di San Ferdinando ricoprirà il ruolo di vice dirigente a Scampia. La distribuzione degli incarichi rappresenta un ulteriore tassello per il miglioramento della vivibilità del territorio partenopeo, resa necessaria dalla ripresa della faida di Scampia. Solo qualche giorno fa, Napoli ha ospitato il ministro dell'Interno Annamaria Cancellieri e il ministro della Giustizia Paola Severino, impegnate in un vertice per l'ordine e la sicurezza pubblica.

Intanto nella capitale del mezzogiorno restano i rinforzi di polizia arrivati già un mese fa e impiegati per arginare le piazze di spaccio e i fuochi della faida. L'impegno delle forze dell'ordine non è solo per Scampia, ma anche per altre aree del territorio. Varie le operazioni di ordine pubblico effettuate solo nelle settimane scorse, nei comuni di Giugliano e Villaricca; coordinate dal dottore Alberto Mannelli e dal dottor Pasquale de Lorenzo, le attività hanno riguardato lo sgombero rom dal campo abusivo alle spalle del centro commerciale e l'abbattimento di immobili abusivi. Il ripristino della legalità è la risposta all'escalation di criminalità di questi mesi.

Torna su
NapoliToday è in caricamento