menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Montezemolo sul treno Italo

Montezemolo sul treno Italo

Ntv, nuova era per l'alta velocità. Concorrenza a Trenitalia

I primi viaggi entro marzo 2012. Il nuovo treno Italo della società presieduta da Montezemolo presentato a Nola. Ma il sindaco non brinda. "Mi spiace non sentire il clima di festa che questa inaugurazione meriterebbe"

L'appuntamento sui binari è massimo per marzo 2012 quando Nuovo Trasporto Viaggiatori, la compagnia privata che farà concorrenza a Trenitalia sull'alta velocità, partirà con il proprio servizio. Lo ha fatto sapere l'amministratore delegato del gruppo Giuseppe Sciarrone presentando a Nola il nuovo treno Italo. Prove di omologazione terminate, i documenti che riportano i risultati delle prove completati e consegnati all'agenzia nazionale per la sicurezza ferroviaria che li sta valutando.

C'è la crisi. Eppure Sciarrone è ottimista. "I grandi progetti partono nei momenti di difficoltà. Non c'è nessun impatto sull'investimento, che è stato fatto tutto ed è di un miliardo di euro, di cui 600 milioni di treni, 100 milioni per l'impianto di manutenzione di Nola e il resto per il sistema informatico, la formazione del personale, la costruzione di Casa Italo e le spese correnti di gestione. Sulla possibile quotazione in Borsa "è presto, in ogni caso ci penseranno gli azionisti. Per il momento pensiamo a partire al meglio e il resto si vedrà. Al giorno d'oggi fare previsioni a medio-lungo termine è praticamente impossibile".

Dal presidente delle Repubblica Napolitano un messaggio al presidente di Ntv, Luca Cordero di Montezemolo chiedendo più investimenti e sviluppo delle potenzialità del sud. "Ho più volte sottolineato che per rilanciare la crescita e promuovere lo sviluppo del paese è indispensabile che le imprese intensifichino gli investimenti nel nostro Paese puntando su innovazione dei processi produttivi e sviluppo delle potenzialità del sud". Napolitano ha espresso anche compiacimento per questo importante investimento interamente privato con capitali italiani "che si colloca in una prospettiva di liberalizzazione del trasporto ferroviario e che porterà alla creazione di inoltre 2000 posti di lavoro a tempo indeterminato tra diretto e indotto e tra i giovani".

Alla presentazione di questa mattina c'era anche Stefano Caldoro. "Festeggiamo la bella notizia di un investimento totalmente privato che va nel senso della liberalizzazione e della giusta concorrenza in un settore di forte innovazione tecnologica come l'alta velocità. Aspetto positivo per la Campania in particolare perché in questa regione c'è una parte fondamentale dell'investimento ossia un'officina di manutenzione con 250 addetti previsti a regime".

L'unico a non brindare è il primo cittadino di Nola, Geremia Biancardi. "Mi spiace non sentire il clima di festa che questa inaugurazione pure meriterebbe, pensando ai tanti giovani laureati e diplomati nolani che si vedono scavalcati, e non per merito, da logiche aziendali fatte di trasferimenti da altri siti produttivi ed improprie dinamiche. Non posso non rilevare che questa amministrazione, insieme a quelle del territorio, aveva posto con fermezza e determinazione la questione dei livelli occupazionali da garantire ai giovani nolani e dell'intera area. Solo quando saranno date risposte convincenti alle domande di legittimo lavoro dei miei giovani io potrò partecipare ad una presunta festa"

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Napoli usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento