rotate-mobile
Domenica, 7 Agosto 2022
Cronaca

Truffa da mezzo milione di euro allo Stato, notaio scoperto

Le fiamme gialle gli hanno notificato l'interdizione dalla professione. Secondo l'accusa, l'uomo ometteva di versare al Fisco quanto i clienti gli versavano a titolo di imposta per registrare atti

Non potrà più svolgere la sua professione il notaio di Napoli che le fiamme gialle hanno scoperto intascava denaro dei suoi clienti destinato al Fisco. L'accusa è di non aver versato all'Erario le somme riscosse ai suoi clienti a titolo di imposta per la registrazione degli atti.

I fatti oggetto delle indagini si riferiscono al periodo tra il 2012 e il 2014, durante il quale il notaio si sarebbe appropriato indebitamente di oltre mezzo milione di euro sottraendolo alle casse dello Stato. Dagli accertamenti è emerso che l'uomo ha impiegato gran parte di quei soldi per fini personali, come canoni di affitto per imbarcazioni e auto, oltre che acquisto di beni di lusso.

Secondo le fiamme gialle parte della cifra è stata esportata all'estero: individuati numerosi conti correnti a riferibili all'uomo dai quali emerge – come scritto in una nota dal procuratore aggiunto Alfonso D'Avino – "un 'assoluta confusione tra il patrimonio personale e le somme riscosse nell'esercizio dell'attività professionale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa da mezzo milione di euro allo Stato, notaio scoperto

NapoliToday è in caricamento