Cronaca

Nola, incontro pubblico sul piano traffico

Di fronte ad una folta presenza di commercianti e di cittadini il tavolo tecnico convince, purchè si definiscano anche intese su un sistema partecipativo e concertativo. L'Accan in assenza della sospensione del piano è pronta a promuovere nuove iniziative di lotta e di mobilitazione dei commercianti nolani.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

Si è svolto il previsto confronto pubblico sulle questioni inerenti l'attuazione del Piano Urbano del Traffico nel comune di Nola.
Di fronte ad una folta platea, composta da commercianti, cittadini, rappresentanti politici e sociali, e professionisti della materia, i relatori hanno dibattuto le problematiche che il PUT ha determinato.
Il dibattito, intervallato da interventi (a volte tesi ed arrabbiati) del pubblico presente, ha visto l'illustrazione, diversamente articolata ed argomentata, delle rispettive posizioni da parte dell'avv. M.F. Tripaldi dell'Associazione dei Commercianti di Nola Accan, dell'avv. G. Grauso della Federconsumatori, dell'Arch. G. Grosso, a nome di Civitas, dell'assessore del Comune di Nola E. Caccavale.
Il confronto è stato introdotto e coordinato da S. Velardi, responsabile della Cgil Nolana.
Le problematiche affrontate sono state molte, affrontate da punti vista diversi, e tutte convergenti nel criticare fermamente i risultati conseguiti che appaiono evidenti e negativi.
L'applicazione del PUT a Nola non ha certamente causato la grave crisi del commercio cittadino, ma certamente lo ha aggravato in maniera significativa.
Lo stesso Assessore Caccavale ha riconosciuto limiti e criticità del provvedimento ed ha annunciato la sua volontà di costituire un tavolo di discussione e di confronto al Comune di Nola.
I partecipanti, ritenendo utile un tavolo "tecnico", che preveda la presenza di competenze e professionalità adeguate, hanno ribadito anche la necessità di un metodo concertativo e partecipativo "ante" e non "post", prevedendo altresì la costituzione di "consulte" specifiche su singoli temi di settore.
In tale ottica la richiesta avanzata, unanimemente, di sospendere il dispositivo non è stata condivisa dall'ass. Caccavale.
L'avv. Tripaldi, da parte sua, ha ribadito che, in assenza della sospensione del provvedimento e di profonde modifiche al PUT cittadino verranno promosse ulteriori iniziative di lotta dei commercianti, coinvolgendo l'intera cittadinanza.

Cgil Zona Nolana
Il Responsabile
Salvatore Velardi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nola, incontro pubblico sul piano traffico

NapoliToday è in caricamento